IL PROBLEMA E’ CREDERE DI SAPERE TUTTO, INVECE DI SFORZARSI AD IMPARARE COSE NUOVE GIORNO DOPO GIORNO .

L’ artista odierno, accetta la sfida di sottrarsi all’ influenza accecante delle sue condizioni di vita, di certo non facili .  Interroga l’ atto del significare, operando un distacco ed una distruzione tra cose simboli, realtàsogni, tra l’ ambiente dato e quello creato artificialmente, tra i fenomeni fisici a volte incomprensibili della natura e la fisicità delle forme artistiche da lui realizzate .  Vedere arte all’ interno dei musei e studi d’ arte, aiuta a riflettere ed a maturare interiormente .  Pertanto si evince che lo scopo ultimo di una grande scultura o di un monumento, è il costrutto scenico che si sviluppa sia in termini percettivi ed estetici che sociali, insignendo così l’ opera realizzata, di una funzione divulgativa e di una sensibilizzazione che ne arricchisce l’ impronta espressiva donata dall’ artista che ha cercato e trovato in tal modo coinvolgimento condivisione a livello globale, attraverso nuovi canoni e soluzioni adeguate all’ attualità .

Posted in CONDIVISIONE and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *